I concerti beethoveniani del 58° Festival dei Due Mondi allietano il mezzodì e la serata dei festivalieri.

Nel nutrito cartellone riservato alla Musica Classica del 58° Festival dei Due Mondi di Spoleto risaltano ‘gli storici’ Concerti di Mezzogiorno ospitati nella raccolta atmosfera romanico-lombarda della Basilica di Santa Eufemia e i suggestivi concerti alla luce delle stelle nel Chiostro trecentesco del complesso monumentale di San Nicolò, quest’anno entrambi dedicati alla musica di Ludwig van Beethoven ed alla ‘scuola beethoveniana’ dei suoi epigoni con un articolato programma concertistico che anima le giornate festivaliere dal 28 giugno al 12 luglio.

58° Festival dei Due Mondi di Spoleto. "Beethoven e dintorni". Concerti di Mezzogiorno e Concerti della sera. Basilica di Santa Eufemia. Chiostro di San Nicolò. Spoleto. Il compositore e pianista tedesco Ludwig van Beethoven (Bonn, 1770 - Vienna, 1827).

58° Festival dei Due Mondi di Spoleto. “Beethoven e dintorni”. Concerti di Mezzogiorno e Concerti della sera. Basilica di Santa Eufemia. Chiostro di San Nicolò. Spoleto. Il compositore e pianista tedesco Ludwig van Beethoven (Bonn, 1770 – Vienna, 1827).

Continua a leggere

Il 58°Festival dei Due Mondi celebra Pier Paolo Pasolini nel quarantennale della sua tragica scomparsa.

In occasione del quarantennale della morte di Pier Paolo Pasolini, avvenuta in circostanze ancora in parte oscure nella spiaggia dell’idroscalo di Ostia il 2 novembre del 1975, il 58° Festival dei Due Mondi di Spoleto onora il ricordo di uno dei maggiori esponenti della Cultura italiana del Novecento. Grazie ad una felice coproduzione del Teatro Metastasio Stabile della Toscana e del Teatro Stabile del Friuli Venezia Giulia, l’edizione 2015 del Festival dei Due Mondi di Spoleto presenta sulla scena suggestivamente spartana di San Simone il dramma pasoliniano “Porcile” e fornisce il suo importante contributo al progetto della commissione tecnico-scientifica per le celebrazioni della memoria del celebre drammaturgo e cineasta bolognese, coordinata dalla scrittrice Dacia Maraini e promosso dal Ministero dei beni Culturali per iniziativa del Ministro Dario Franceschini.

58° Festival dei Due Mondi di Spoleto. San Simone. Spoleto. "Porcile". Pier paolo Pasolini (Bologna, 1922 - Ostia, 1975), scrittore drammaturgo e regista italiano.

58° Festival dei Due Mondi di Spoleto. San Simone. Spoleto. “Porcile”. Pier Paolo Pasolini (Bologna, 1922 – Ostia, 1975), scrittore drammaturgo e regista italiano.

Continua a leggere

A Spoleto il “Premio Margherita Hack” omaggia importanti personalità del nostro tempo.

Un nutrito pubblico ha assistito presso il Palazzo Leti-Sansi di Spoleto alla assegnazione del “Premio Margherita Hack”, il prestigioso riconoscimento dedicato alla grande astrofisica italiana recentemente scomparsa. Il riconoscimento intestato alla studiosa fiorentina è stato assegnato ad importanti esponenti del Cinema, della Scienza, dell’Arte, della Musica, dello Sport e del Movimento animalista italiano. In particolare nel corso della cerimonia spoletina di premiazione sono stati fregiati per la loro esemplare attività professionale il regista Carlo Verdone, lo scienziato Sergio Ferrara, gli artisti Bertozzi & Casoni, la direttrice d’orchestra Speranza Scappuccila nuotatrice Federica Pellegrini e il Presidente della Lega Nazionale per la Difesa del Cane Piera Rosati. 

Spoleto. Palazzo Leti-Sansi. "Premio Margherita Hack". La giuria ed i premiati.

Spoleto. Palazzo Leti-Sansi. “Premio Margherita Hack”. La giuria e i premiati.

Continua a leggere

A Spoleto si rinnova con successo “Spoleto Arte”, l’evento culturale curato da Vittorio Sgarbi.

Come è ormai consuetudine, anche quest’anno il critico Vittorio Sgarbi ha colto l’occasione, nell’ambito delle giornate inaugurali del Festival dei Due Mondi, per curare e presentare al pubblico festivaliero “Spoleto Arte”, la grande e già prestigiosa mostra collettiva organizzata dal manager della cultura Salvo Nugnes. Nell’augusta ed elegante cornice del piano nobile del Palazzo Leti-Sansi, edificato nel cuore del centro storico di Spoleto nei primi decenni del XVII° secolo sul preesistente Palazzo del Podestà, una dettagliata prolusione sui movimenti artistici del Novecento del Professor Vittorio Sgarbi ha introdotto l’atteso vernissage della mostra che raccoglie un’accurata selezione di suggestive opere appartenenti ai principali attori del panorama artistico contemporaneo.

"Spoleto Arte". Spoleto. Palazzo Leti-Sansi. Vittorio Sgarbi inaugura la mostra.

“Spoleto Arte”. Spoleto. Palazzo Leti-Sansi. Vittorio Sgarbi inaugura la mostra.

Continua a leggere

La Scola mozartiana degli amanti inaugura l’edizione 2015 del Festival dei Due Mondi di Spoleto.

In questa incipiente estate 2015 si rinnova il consueto ed atteso appuntamento culturale con Il Festival dei Due Mondi di Spoleto, giunto ormai alla sua cinquantottesima edizione. Quest’anno l’attesa apertura della kermesse culturale spoletina spetta all’opera “Così fan tutte o sia la scola degli amanti” del celebre compositore salisburghese Wolfgang Amadeus Mozart, un dramma giocoso in due atti, KV 588, su libretto di Lorenzo Da Ponte (Ceneda, 1749 – New York, 1838), rappresentato per la prima volta al Burghtheater di Vienna nel 1790.

Wolfgang Amadeus Mozart (Salisburgo, 1756 - Vienna, 1791).

Wolfgang Amadeus Mozart (Salisburgo, 1756 – Vienna, 1791).Spoleto 58°.Teatro Nuovo Gian Carlo Menotti, 26-28-29 giugno.

Continua a leggere

Gli enfantes prodiges dell’Accademia nazionale d’Arte drammatica “Silvio D’Amico” al Teatrino delle 6 di Spoleto.

Nell’ambito della seconda edizione di European Young Theatre anche quest’anno i giovani attori dell’Accademia d’Arte Drammatica “Silvio D’Amico” di Roma tornano a calcare la scena del Teatrino delle 6 di Spoleto per dare vita ad un grande laboratorio teatrale in cui i protagonisti del teatro di domani dal 2 all’11 di luglio presentano due studi dedicati a due celeberrimi drammaturghi, il russo Anton Cechov (Taganrog, 1860 – Badenweiler, 1904) e lo statunitense Tennessee Williams (Columbus, 1911 – New York, 1983) a cui seguiranno una serie di performances intitolate “Exercises” proposte dagli allievi del II° anno dell’accademia romana. Gli attori in erba della “Silvio D’Amico”, inoltre, insieme ai loro colleghi europei ungheresi, francesi, polacchi, scozzesi, russi e lituani dell’European Young Theatre animeranno a sorpresa le vie e le piazze della città di Spoleto con spettacoli all’aperto mediante lavori creativi inediti realizzati ad hoc per la cinquantasettesima edizione del Festival dei Due Mondi di Spoleto.

Spoleto 57°.Teatrino delle 6."L'Anniversario" (1891), farsa in atto unico di Anton Cechov.

Spoleto 57°.Teatrino delle 6.”L’Anniversario” (1891), farsa in atto unico di Anton Cechov.

 

 

 

 

 

Continua a leggere

I tersicorei del San Francisco Ballet al Teatro Romano di Spoleto.

La compagnia di danza statunitense del San Francisco Ballet guidata dal direttore artistico islandese Helgi Tomasson (Reykjavik, 1942) da avvio al ricco cartellone dedicato alla grande danza del Cinquantasettesimo Festival dei Due Mondi di Spoleto e dopo più di un trentennio torna a calcare il prestigioso palcoscenico del Teatro romano spoletino. La spiccata versatilità e le elevate qualità artistiche non disgiunte da un particolare atletismo permettono di collocare questa compagnia di balletto classico tra le compagini più dinamiche del panorama tersicoreo internazionale.

Spoleto 57°. Teatro Romano. San Francisco Ballet. Direttore artistico Helgi Tomasson (Reykjavik, 1942).

Spoleto 57°. Teatro Romano. San Francisco Ballet. Direttore artistico Helgi Tomasson (Reykjavik, 1942).

Al suo ritorno nella città del Festival la compagine artistica californiana del San Francisco Ballet, la più antica compagnia professionale americana, nei tre spettacoli serali del 4, 5 e 6 luglio mostra al pubblico festivaliero spoletino quattro impegnative e vivaci coreografie intitolate “From foreign lands”, “Variations for two couples”, “Voices of spring” e “7for eight”.  

Continua a leggere

Il mezzodì musicale del cinquantasettesimo Festival dei Due mondi di Spoleto.

Le suggestive ed evocatrici note del celeberrimo compositore  e pianista polacco Fryderyk Franciszek Chopin (Zelazowa Wola, 1810 – Parigi, 1849) suonate dal maestro Pietro De Maria, interprete chopiniano per eccellenza, hanno inaugurato nella vetusta e sobria cornice romanico lombarda di Santa Eufemia i consueti Concerti di Mezzogiorno del cinquantasettesimo Festival dei Due Mondi di Spoleto.

Spoleto57°. Concerti di Mezzogiorno. Santa Eufemia. Il maestro Pietro De Maria.

Spoleto57°. Concerti di Mezzogiorno. Santa Eufemia. Il maestro Pietro De Maria.

Continua a leggere

La “Danza macabra” di August Strindberg secondo Luca Ronconi.

Danza macabra di Johan August Strindberg (Stoccolma, 1849 – 1912) apre sontuosamente la scena teatrale del Festival dei Due Mondi di Spoleto, edizione 2014. La Danza di morte Danza macabra, come talvolta viene altrimenti tradotto, è un dramma in due atti scritto da Strindberg nel 1900 quasi di getto in una sola settimana. La pièce teatrale stindberghiana rappresenta uno scenario esemplare di vita coniugale problematica  in cui interagiscono e si confrontano dialetticamente la natura satanica della moglie, Alice, una impeccabile Adriana Asti ed il carattere vampiresco del marito, il Capitano d’artiglieria di fortezza Edgar, un Giorgio Ferrara che ha rivelato tutta la sua grandezza di attore in un ruolo drammatico di luci ed ombre, il quale cerca di succhiare la vita del secondo uomo, Kurt, il bravo Giovanni Crippa che si è calato con grande maestria d’attore consumato nel ruolo di un personaggio psicologicamente fragile e sostanzialmente remissivo.

Spoleto57°. Teatro Caio Melisso. "Danza macabra"   di August Strindberg (Stoccolma 1849 - 1912).

Spoleto57°. Teatro Caio Melisso. “Danza macabra” di August Strindberg (Stoccolma 1849 – 1912).

Continua a leggere

Si apre il sipario sul cinquantasettesimo Festival dei Due Mondi di Spoleto.

Questa sera, venerdì 27 giugno 2014, al via l’edizione numero 57 dello Festival dei Due Mondi di Spoleto con la serata inaugurale al Teatro Nuovo “Gian Carlo Menotti” che vede l’esecuzione del trittico di opere brevi: La mort de Cleopatre di Berlioz, La Dame de Montecarlo di Poulenc e Erwartung di Schönberg, per la regia di Frederic Fisbach. Nella serata al Teatro Caio Melisso, presso lo Spazio Carla Fendi, va in scena la pièce teatrale Danza macabra del drammaturgo svedese Johan August Strindberg con Adriana AstiGiovanni Crippa Giorgio Ferrara diretti da Luca Ronconi. 

L'immagine ufficiale di Spoleto57. Opera della  pittrice armena-americana Maro Gorky (New York, 1943).

L’immagine ufficiale di Spoleto57. Opera della pittrice  armena-americana Maro Gorky (New York, 1943).

Alle ore 18 e 30 al via anche la Mostra“Spoleto Arte” II edizione, di Salvo Nunez curate da Vittorio Sgarbi, nella splendida location di Palazzo Leti-Sansi, dal titolo da Dalì a Dario Fo. La Mostra sarà visitabile fino al 24 luglio 2014. Oltre alle tele di Dario Fo, è previsto un omaggio fotografico a Pier Paolo Pasolini, attraverso gli scatti di Roberto Villa. La mostra è stata presentata nella conferenza stampa martedì 24 giugno alle ore 11,00 nella sede dell’associazione Stampa Estera in via dell’Umiltà 83, Roma.